mercoledì 3 giugno 2015

East Market, non solo vintage


La scorsa settimana ho visitato East Market: dopo aver perso l’edizione precedente ci tenevo molto.
Cosa mi aspettavo? Tanto vintage, anche di quello un po’ farlocco da Mercatone del Naviglio Grande. Cosa ho trovato? Molta creatività giovane, che ne ha fatto una sorta di Camden all’italiana.

La location è bellissima, ma per una ragazza nata in Via Savona all’altezza della circonvallazione, con vista sui tetti delle fabbrichette e le ciminiere in mattoni rossi, tutto ciò che ha un’aria anche vagamente industrial ha il profumo di casa. L’aspetto di quella Milano che adesso è diventata di moda, come la zona Tortona dove io sguazzavo molto prima che arrivassero gli hipster.

Tra i prodotti esposti quelli che mi sono piaciuti di più sono il frutto di giovani creativi.

Primi tra tutti i disegni e gli oggetti (tazze, shopper e cover per il cellulare) firmati Naki Illustration. Il suo stile mi piace per due motivi: il primo e più importante è l’aspetto spontaneo dei suoi lavori. Il secondo e più superficiale è che adoro gli omaccioni con la barba e l'aria rassicurante. Vi consiglio di sbirciare sul suo sito o sulla pagina Facebook.
Al secondo posto, Fabio Funky. Mi è piaciuta la rivisitazione degli animali in chiave onirica, nelle sue illustrazioni dettagliate, e ho apprezzato l’allestimento con i bancali.
Nel campo del tessile ho adocchiato Cècì e Pixxi.
Sono queste le occasioni in cui vorrei avere molti soldi da spendere.
Ci vedremo alla prossima edizione!